UNI EN 14181:2015

Certificazione di qualità per sistemi di monitoraggio in continuo delle emissioni

La Norma UNI EN 14181:2015 è una norma tecnica che descrive le procedure per l’assicurazione della qualità dei sistemi SME; l’applicazione della procedura garantisce la qualità dei dati per il rispetto dei limiti di legge e permette di confrontare le incertezze con quelle imposte dalle autorità competenti.

L’obiettivo viene conseguito per step:

  • QAL1: responsabilità del costruttore secondo la UNI EN ISO 14956:2004 e European standard EN 15267 ( parte I,II e III)
  • QAL2: taratura periodica dello SME con uno strumento di riferimento
  • QAL3: calibrazione settimanale
  • AST: verifica annuale della funzione di taratura
E’ un livello di assicurazione di qualità menzionato nella norma. Le prove vengono effettuate secondo la UNI EN ISO 14956:2004. La procedura determina le caratteristiche dello SME attraverso i controlli funzionali, la verifica dell’idoneità all’utilizzo, la verifica della taratura e delle derive strumentali. E’ responsabilità del costruttore dello SME.
La procedura consiste nella taratura dello SME (AMS) con una strumentazione di riferimento (SRM). La procedura è composta da un controllo della documentazione e della corretta installazione della strumentazione; da una taratura dello SME utilizzando un metodo di riferimento (SRM) e dalla determinazione della variabilità e confronto con l’incertezza richiesta.

La procedura deve essere implementata:

– con ogni 5 anni e ogni 3 anni per gli impianti di incenerimento

– in seguito ad ogni modifica sostanziale dell’impianto o del processo ed in seguito ad ogni modifica sostanziale dello SME

– da laboratori accreditati ISO 17025 o approvati dalle autorità competenti

E’ il controllo periodico di deriva e precisione (con le stesse procedure utilizzate in QAL1), per verificare che il sistema mantenga i requisiti di qualità certificati dal fornitore (QAL1). La procedura definisce un metodo per assicurare che operi in modo corretto nel periodo compreso tra due AST. E’ responsabilità del gestore dell’impianto applicare correttamente la procedura QAL3 a partire dall’installazione dello SME. Si prescrive si prescrive l’utilizzo di carte di controllo statistiche, shewart ewma o cusum, carte di controllo di processo con memoria che mettono in evidenza la presenza di deriva mediante l’individuazione di variazioni graduali nel trend dei dati
Verifica annualmente l’accordo dei valori misurati, in termini di incertezza, con quanto determinato nel corso di QAL2 e che la validità delle funzioni di taratura sia mantenuta nel tempo.La procedura definisce le modalità con cui devono essere svolti i controlli periodici annuali per la verifica della variabilità dei risultati forniti dall’AMS e della validità della funzione di calibrazione. E’ basata su misure in parallelo con metodi di riferimento. Deve essere implementata da laboratori di riferimento accreditati ISO 17025 o riconosciuti dalle autorità competenti.

Ultimi lavori