Come migliorare la produttività degli impianti?

L’affidabilità e la produttività degli impianti può essere migliorata, riducendo allo stesso tempo i costi, attraverso il monitoraggio degli asset d’impianto industriale.

La manutenzione predittiva permette di:

  • Riconoscere con relativo anticipo i componenti che iniziano a degradarsi o l’insorgere di malfunzionamenti, individuare quindi il tempo residuo prima del guasto in modo da pianificare gli interventi, compatibilmente con la produzione e dando tempo di approvvigionarsi di quanto necessario.
  • Gestire la manutenzione preventiva conoscendo le reali condizioni operative della macchina. Gli interventi possono non essere ad intervalli regolari, ma in base alle effettive condizioni di funzionamento.

Come riconoscere lo stato di salute dell’impianto industriale?

Per conoscere lo stato di salute della macchina occorre un monitoraggio della stessa (condition monitoring) mediante sensori che forniscano parametri legati allo stato di funzionamento / salute della macchina (es. vibrazioni, corrente assorbita, ecc), già esistenti a bordo macchina e/o con ispezioni periodiche con strumenti dedicati.

Il concetto generale è quello di intervenire su un asset al momento giusto al fine di minimizzarne il deterioramento fisico e di prevenirne guasti inaspettati, mantenendo livelli prestazionali accettabili il più a lungo possibile.

Qual è lo scopo della diagnostica predittiva?

Lo scopo della diagnostica predittiva è:

  • Minimizzare i fermi macchina e le relative perdite di produzione
  • Migliorare la gestione delle manutenzioni programmate
  • Migliorare la gestione degli approvvigionamenti a magazzino

A cosa si applica la manutenzione predittiva?

Principalmente la manutenzione predittiva si applica alle apparecchiature rotanti, al fine di prevedere avarie o guasti, quali:

  • Motori elettrici
  • Pompe / Ventilatori
  • Turbine a gas / vapore e compressori centrifughi
  • Riduttori / Moltiplicatori
  • Macchine utensili
  • Sistemi ausiliari

Applicazione dell’industria 4.0 nell’ambito della manutenzione predittiva

I dati possono essere trasformati in azioni intelligenti e dopo un’opportuna analisi possono offrire alle aziende le indicazioni necessarie per far lavorare la propria fabbrica al meglio recuperando efficienza e guadagnando produttività.

Nell’epoca dei Big Data, grazie all’ausilio di strutture hardware e software specifiche, è possibile riuscire ad effettuare la diagnostica predittiva, gestendo una grande quantità di dati ottenuti attraverso i sensori integrati nella macchina, incrementando la produttività delle macchine e la qualità del prodotto, riducendo i tempi di fermo macchina per guasti o manutenzioni straordinarie.

I sensori installati sulle macchine sono collegati ai vari quadri di impianto, PLC, DCS, CN trasmettendo agli stessi le letture effettuate (dati).

I dati di macchina costituiscono la base per la gestione della manutenzione e per ottenere prestazioni ottimali e durature. I dati sono i segnali pervenienti dalla sensoristica di impianto, opportunamente mappati in funzione della tecnologia in esame.

 

Sei un tecnico industriale , segui il processo industriale della tua azienda e sei intenzionato a:

  • Minimizzare i fermi macchina ed aumentare l’affidabilità del processo produttivo?
  • Migliorare la gestione delle manutenzioni programmate e ridurre i costi?
  • Migliorare la gestione degli approvvigionamenti a magazzino?

Rivolgiti ai nostri tecnici che ti contatteranno senza impegno per cercare la soluzione più appropriata alle tue esigenze. Scrivi una e-mail a info@opus-automazione.it