Il 31 Maggio 2018 la Commissione Europea ha presentato una proposta di regolamento per armonizzare gli obblighi di comunicazione nella normativa in materia ambientale.

Gli obiettivi della proposta COM (2018) 381 final è quello di migliorare l’insieme degli elementi operativi attraverso cui mettere in  atto le politiche dell’Unione, aumentare la trasparenza per i cittadini e semplificare la comunicazione al fine di ridurre gli oneri amministrativi.

La proposta, composta da 11 Articoli, modifica le seguenti direttive:

I benefici derivanti dalla semplificazione degli obblighi di comunicazione dell’UE in materia di ambiente sono stati esaminati grazie a una serie di iniziative recenti o ancora in corso nel periodo 2012-2020.

In questa sede ci preme sottolineare in particolare le modifiche proposte per il Regolamento (CE) n. 166/2006 relativo alle emissioni e ai trasferimenti di sostanze inquinanti.

Modifiche al Regolamento (CE) n. 166/2006

Gli obblighi di comunicazione di cui al regolamento (CE) n. 166/2006 devono essere modificati per razionalizzare e semplificare quelli inerenti alle politiche ambientali, migliorando l’attuale legislazione. Le modifiche proposte sono le seguenti

  1. Nell’articolo 7 dovrebbe essere eliminato il riferimento al formato di cui all’allegato III e dovrebbero invece essere attribuite alla Commissione le competenze per stabilire il formato con atti di esecuzione (procedura di comitato). In tal modo il regolamento sarebbe più coerente con gli obblighi di comunicazione a norma della direttiva 2010/75/UE relativa alle emissioni industriali
  2. Eliminazione degli articoli 16 e 17 relativi agli obblighi di comunicazione in capo agli Stati Membri ed alla Commissione. Questa modifica alleggerirebbe gli oneri amministrativi.
  3. Modifica dell’articolo sulla riservatezza, per chiarire che anche le informazioni riservate devono essere comunicate alla Commissione, che non le divulgherà.