Importanti modifiche al Testo Unico Ambientale in tema di acque ed emissioni nella legge europea 167/2017 per adeguare l’ordinamento nazionale a quello dell’Unione Europea.

Tra le più importanti modifiche al TUA contenute nell’ultima legge europea n. 167/2017 si segnalano in questa sede quelle relative ai seguenti articoli:

  • Articolo 16: si occupa della tutela delle acque
  • Articolo 17: riguarda gli scarichi idrici, in attuazione della direttiva 91/271/Cee in materia di acque reflue urbane.
  • Articolo 18: relativo alle emissioni industriali

Vediamo più da vicino quale modifiche vengono apportate in questi articoli.

ARTICOLO 16

Riguarda l’applicazione a livello nazionale della direttiva 2009/90/Ce in tema di tecniche per l’analisi chimica e il monitoraggio delle acque. L’articolo 16 definisce i requisiti minimi di prestazione per i metodi di analisi delle acque, al fine di garantire l’uniformità dei metodi utilizzati e la comparabilità dei dati di monitoraggio. Prima, infatti, ci si limitava ad attribuire alle regioni la scelta delle migliori tecniche.

ARTICOLO 17

Modifica la disciplina relativa ai limiti di emissione per gli impianti di acque reflue urbane in aree sensibili. Stabilisce che i limiti devono essere monitorati in base a carico inquinante e non più in relazione alla potenzialità dell’impianto.

ARTICOLO 18

Apporta numerose modifiche al Decreto 152/2006 in materia di emissioni industriali e di Autorizzazione Integrata Ambientale (AIA). Tra le modifiche, si menzionano:

  • Le disposizioni sugli impianti di incenerimento e coincenerimento dei rifiuti 
  • La disciplina delle emissioni di composti organici volatili (cov) e di grandi impianti di combustione
  • Le norme in materia di installazioni e stabilimenti che producono biossido di titanio e solfati di calcio

Si recepisce, inoltre, in questo articolo la disciplina europea in materia di determinazione  dei valori limite di emissione dei grandi impianti di combustione.

Per approfondimenti sul tema clicca si invita a consultare l’artico di L.Butti, sulla rivista “Ambiente & Sicurezza n. 1 – Gennaio 2018”.

Per essere sempre aggiornato sulle novità della normativa ambientale e sui nuovi obblighi delle emissioni, puoi rivolgerti ai consulenti ambientali di opus automazione, inviando una richiesta alla mail info@opus-automazione.it